Home
Lo studio
Risorse
Contatti
Lo studio

Argomento: diritto di critica

Sentenze

"Gaglioffo!" è diffamazione non critica (Cass. 14644/19)

Critica è legittima, fino a quando si trasforma in gratuito attacco personale. 

Sentenze

"Bambini, psicopatici in divisa" su Facebook: è diffamazione aggravata (Cass. 9385/19)

Non c'è diritto di critica per giustificare le gratuite espressioni offensive.

Sentenze

Critica politica, confini ampi (Cass. 7340/19)

Il diritto di critica politica ha confini ampi perchè quanto maggiore è il potere esercitato, tanto maggiore è l’esposizione alla critica.

Sentenze

Recensione negativa sui social: critica o diffamazione? (Cass. 3148/18)

A differenza della cronaca, del resoconto, della mera denunzia, la critica si concretizza nella manifestazione di un'opinione.

Sentenze

"Sciaquetta" non è reato (Cass. 2681/19)

Nel giudicare la portata diffamatoria, non basta riferirsi all’astratto tenore letterale e semantico del vocabolo "sciacquetta" ma occorre valutare l’espressione anche alla luce del contesto.

Sentenze

Critica politica, licenza di mentire? (Cass. 43598/18)

La critica è espressione di opinione meramente soggettiva ed ha per sua natura carattere congetturale.

Sentenze

Criticare l'avvocato non è reato (Cass. 42587/18)

Esposto disciplianre contro un avvocato non è reato.

Sentenze

"Sua falsità" nell'esposto disciplinare: è reato (Cass. 39486/18)

Esposto disciplinare contro un avvocato? Se offensivo costituisce diffamazione. 

Sentenze

Illazioni su fatti parziali sono reato, non critica (Cass. 21515/18)
Non costituisce esercizio del diritto di critica la mera illazione, sfornita da dati esplicativi concreti e verificabili.

Informazioni utili

Differenza fra calunnia e diffamazione

Le maledicenze dette alle spalle costituiscono una diffamazione (art. 595 c.p.), mentre la  calunnia (art. 368 c.p.) richiede la formulazione di una accusa di un reato a pubblici ufficiali (nella certenza dell'innocenza dell'accusato).

1 2 3 4 5 6