Home
Lo studio
Risorse
Contatti
Lo studio

Argomento: diritto di satira

sentenze

Programma satirico ma senza licenza di offendere (Cass. 23980/19)

Satira non giustifica insulto libero. 

sentenze

Marchio sbeffeggiato non è reato (Cass. 35166/19)

Senza confusione non c'è contraffazione punibile del marchio.

sentenze

Fatto vero legittima critica sferzante (Cass. 14370/19)

La critica implica, per sua stessa natura, la manifestazione di espressioni oggettivamente offensive della reputazione altrui.

sentenze

Diritto all'oblio o diritto di cronaca (datato)? (Cass. 6919/18)

Ilk diritto alla riservatezza prevale sul diritto di coranica (datata).

informazioni utili

Differenza fra calunnia e diffamazione

Le maledicenze dette alle spalle costituiscono una diffamazione (art. 595 c.p.), mentre la  calunnia (art. 368 c.p.) richiede la formulazione di una accusa di un reato a pubblici ufficiali (nella certenza dell'innocenza dell'accusato).

sentenze

Satira e libera manifestazione del pensiero (Cass. civ., 5499/14)

Espressioni lesive della reputazione altrui devono  essere strumentalmente collegato alla manifestazione di un dissenso ragionato dall'opinione o comportamento preso di mira e non deve risolversi in un'aggressione gratuita e distruttiva dell'onore e della reputazione del soggetto interessato.