Home
Lo studio
Risorse
Contatti
Lo studio

Argomento: libertà religiosa

Decisioni

Reato approfittare del delirio religioso chiedendo soldi (Cass. 26769/20)

Circonvenzione di incapace rappresentare necessità di donazioni alla madonna .. tenendosi i proventi.

Decisioni

Pregare in un immobile ne muta destinazione urbanistica? (Cass. 23420/20)

Mutamento della destinazione d'uso senza permesso a costruire è reato, ma riunione in preghiera una sola volta non è sufficiente, 

Decisioni

Genitori separati: quale religione per i figli? (Tr. Pesaro, 2020)

In tema di affidamento dei figli minori, ciascun genitore deve rispettare il credo religioso dell’altro, permettendo e non impedendo ai figli di praticare e frequentare le celebrazioni religiose dell’altro genitore.

 

Decisioni

Limiti urbanistici non possono annullare libertà di culto (Corte Cost., 254/19)

L’edilizia di culto può essere soggetta a limiti urbanistici, ma  non può comportare l’esclusione o l’eccessiva compressione della possibilità di realizzare strutture di questo tipo.

Decisioni

Pregare in un magazzino è reato? (Cass. 36689/19)

Reato edilizio non è scriminato dal diritto all'esercizio della libertà religiosa: vietato mutare destinazione d'uso di un magazzino per preghiere. 

Decisioni

Genitori separati di religione diversa: e i figli? (Cass. 21916/19)

Genitori separati, madre testimone di Geova, padre cattolico: figlia ha diritto a libertà religiosa. 

Decisioni

Discriminatorio licenziamento di un medico da ospedale cattolico perchè divorziato (CGUE, 68/17)

Un datore di lavoro, seppur emanazione della chiesta cattolica, non può licenziare un medico perchè divorzia. 

Articoli

Libertà di pensiero, di coscienza e di religione nella CEDU

Libertà di pensiero, di coscienza e di religione nella CEDU.

Decisioni

Simboli religiosi e ordine pubblico: no al porto del Kirpan (Cass. 24084/17)
Nessun credo religioso può legittimare il porto in luogo pubblico di armi o di oggetti atti ad offendere   CORTE DI CASSAZIONEI PENALESENTENZA 15 maggio 2017, n. 24084 - Pres.

Decisioni

Portare un pugnale in pubblico è reato, anche se per motivi religiosi (Cass. 24084/17)

La libertà religiosa non impedisce di vietare condotte contrarie all'ordine pubblico. 

1 2