Home
Lo studio
Risorse
Contatti
Lo studio

sentenze

Ignoranza della legge non scusa (Cass. 5716/16)
La complessità della normativa settoriale in materia di rifiuti non può rappresentare di per sé elemento scusante, sussistendo un dovere di informazione fondato sugli obblighi solidaristici affermati dall'art.

sentenze

Equipararazione droghe leggere e pesanti non viola la Costituzione (Corte Cost., 23/16)
Non viola la Costituzione l'equiparazione fra spaccio di lieve entità droghe leggere e  spaccio di lieve entità di droghe pesanti: in assenza di soluzioni costituzionalmente vincolate o imposte dal rispetto...

sentenze

Piccolo spaccio può essere abituale (Cass. 5257/16)
Nell'ipotesi di spaccio di lieve entità non ha rilevanza la episodicità o continuità dell'attività criminale.   Corte di Cassazione, sez.

sentenze

Niente maltrattamenti senza abitualità (Cass. 5258/16)
Ai fini della configurabilità del reato di maltrattamenti in famiglia (art. 572 cod.

articoli

Diritto di cronaca vs. presunzione di innocenza e giusto processo?

L'attività di informazione dei mezzi di comunicazione di massa di autorità pubbliche rispetto a procedimenti penali in corso deve essere svolta "con tutta la discrezione e con tutto il riserbo imposti dalla presunzione di innocenza".

sentenze

Verbali infedeli, interpreti poliziotti, empatia emotiva: violati però i diritti della difesa (Tr. Firenze,14.1.2015)

Dichiarazioni non spontanee verbalizzate come spontanee, verbali infedeli su orari e partecipanti, omissioni sui diritti, interpreti poliziotti che suggeriscono risposte: non c'è calunnia.

sentenze

Quanto valgono videoregistrazioni e foto estrapolate? (Cass., 4400/16)

Estrapolare fotogrammi da filmati è perfettamente lecito (e fa piena prova nel processo penale).

sentenze

Sanzioni disciplinari non dimostrano mobbing (Cass. 2116/16)
Non c'è mobbing senza specifico disegno vessatorio volto alla progressiva demolizione personale e professionale del lavoratore.

sentenze

Nessuna estradizione senza pena massima (Cass. 6769/16)
Nel nostro ordinamento il principio di legalità della pena, costituzionalmente garantito dall'art. 25/2 Cost.

sentenze

Non dare la precedenza non è sintomo di guida sotto effetto di stupefacente (Cass. 3623/16)

Il reato non è guidare dopo aver assunto sostanze stupefacenti, bensì quello di guida in stato d'alterazione psico-fisica determinato da tale assunzione.

1 ... 128 129 130 131 132 ... 189