Home
Lo studio
Risorse
Contatti
Lo studio

Decisioni

Utilizzabili registrazioni clandestine di un partecipante silente? (Cass. 26234/22)

Chi partecipaa ad una conversaaione può registrare tuto, anche di nascosto .

Decisioni

Guida in stato di ebbrezza estinta per MAP, sospensione patente ridotta della metà (Corte cost., 162/22)

Esito positivo della messa alla prova, sanzione amministrativa accessoria della sospensione della patente va ridotta della metà.

Decisioni

Prova indiziaria e ragionevole dubbio (Cass. 25016/22)

Per indizio s'intende un fatto certo dal quale, per inferenza logica basata su regole di esperienza consolidate e affidabili, si perviene alla dimostrazione del fatto incerto da provare.

Decisioni

Screenshot è prova (Cass. 24600/22)

Screenshot è prova, anche se fatto all'insaputa degli altri partecipanti alla chat.

Decisioni

Costituzione USA non protegge diritto all'aborto (Dobbs et al. 2022)

L'aborto presenta una profonda questione morale. La Costituzione non proibisce ai cittadini di ogni Stato di regolamentare o proibire l'aborto. I precedenti favorevoli all'abrto com diritto costituzionale si sono arrogati questa autorità: queste decisioni sono annullate e questa sentenza restituisce tale autorità al popolo e ai suoi ai loro rappresentanti eletti.

Decisioni

Stupro? No, amante focoso. Italia condannata per pregiudizio di genere (Comitato CEDAW, 148/22)

Giustizia italiana sessista nei confronti delle donne vittime di violenza, condanna del Comitato CEDAW.

Decisioni

Diritto UE permette condanna in contumacia, ma condannato ignaro ha diritto a riapertura (CGUE, IR vs Bulgaria, 2022)

Diritto UE permette condanna in comtumacia, ma garantisce riesame nel merito delle accuse per il condannato (salvo risulti conoscenza del processo).

Decisioni

Silenzio all'interrogatorio è un diritto, non una colpa (Cass. 23656/22)

La facoltà di non rispondere in sede di interrogatorio è un diritto dell'imputato quindi non può determinare il rigetto dell'indennizzo per ingiusta detenzione.

Il comportamento del ricorrente, nel caso in giudizio, è risultato conforme alle disposizioni normative suddette e, quindi, per il suo silenzio al momento dell'interrogatorio (per qualsiasi motivo tenuto: è una scelta dell'indagato insindacabile e costituzionalmente garantita, art. 27 costituzione) non può rigettarsi l'istanza di riparazione per ingiusta detenzione, non costituendo il silenzio una "colpa" ostativa.

Decisioni

Decine di telefonate: condanna per molestie (Cass. 23186/22)

Chiamare decine di volte (e presentarsi sul lavoro) per chiedere documenti è molestia penalmente rilevante?

Decisioni

Giudice ignorante, di professionalità carente: è oltraggio (Cass. 22376/22)
Quando l'espressione oggettivamente ingiuriosa viene rivolta  ad un magistrato in udienza essa è scrimianta solo se non è gratuita, ma funzionale all'esercizio del diritto di difesa, non potendo costituire il...

1 ... 3 4 5 6 7 ... 300