Home
Lo studio
Risorse
Contatti
Lo studio

Argomento: stalking

Decisioni

Stalking o molestie? (Cass. 15625/21)
Il criterio distintivo tra il reato di atti persecutori e quello di molestie consiste nel diverso atteggiarsi delle conseguenze della condotta che, in entrambi i casi, non vi è dubbio...

Decisioni

Madre che insiste col padre affidatario per vedere il figlio è stalking? (Cass. 15633/21)

Madre senza affidamento dei figli non può assillare il padre per vedere i bambini. 

Decisioni

Corteggiamento? No, molestie (Cass. 7993/21)

Atteggiamenti di corteggiamento petulante ed ossessivo costituiscono reato.

Decisioni

Alterazione delle abitudini di vita nel reato di atti persecutori (Cass. 1541/21)

Il reato di atti persecutori (stalking)  è reato di natura abituale e di danno, e necessita della reiterazione dei comportamenti molesti i quali, inserendosi in una sequenza causale, determinano l'evento quale risultato della condotta persecutoria nel suo complesso.

Decisioni

Plurime email di minacce, è stalking (Cass. 1223/21)

Email minatorie plurime sono stalking, anche se da indirizzi diversi.

Decisioni

Equilibrio psicologico compromesso per pressioni amorose, è stalking (Cass. 839/21)

Pressioni per riallacciare la relazione: in caso di effetto destabilizzante della serenità e dell'equilibrio psicologico della vittima è stalking.

Decisioni

Maltrattamenti richiedono atti vessatori ripetuti (Cass. 35997/20)

Atti vessatori per maltrattamenti devono essere ripetuti con  soggezione della vittima.

Decisioni

Post pubblici su Facebook non sono stalking (Cass. 34512/20)

Post pubblici su profilo FB non possono essere stalking, mancando l'invasività.

Decisioni

Videoregistrazioni in condominio sono prove (Cass. 32544/20)

Videoregistrazioni provenienti da privati, installate a fronte anche di esigenze di sicurezza delle parti comuni, possono acquisite come prove documentale.

Decisioni

Questura sbaglia nel comunicare precedenti di polizia (Garante privacy, 205720)
Condannato a pagare il Ministero dell'Interno per erronea comunicazione della Questura relativa all'irrogazione di un ammonimento per violenza domestica (art. 3) invece che per atti persecutori (art. 8).

1 2 3 4 5