Home
Lo studio
Risorse
Contatti
Lo studio

Argomento: diritto del lavoro

sentenze

Falsa attestazione di non aver avuto condanne penali per essere assunto: quali conseguenze? (Cass 18699/19)

False dichiarazioni sull'assenza di condanne  comporta nullità del contatto di assunzione nell'impiego pubblico solo se le condanne erano ostative all'assunzione. altrimenti va instaurato il procedimento disciplinare. 

sentenze

Infortunio sul lavoro: colpa del lavoratore? (Cass. 16228/19)

Se il sistema della sicurezza approntato dal datore di lavoro presenta delle criticità nessuna colpa del lavoratore nell'infortunio.

sentenze

Può esserci lavoro subordinato fra familiari? (Cass. 30899/18)

Lavoro subordinato e quindi obbligo di pagamento fra parenti è possibile, ma va provato con rigore. 

sentenze

Assunzione in prova per impiegati: massimo 3 mesi (Tr. Trento 222/18)

La durata massima del periodo di prova prevista da un Regio decreto legge del  1924 è tutt'ora vigente e prevale sulla contrattazione collettiva difforme.

sentenze

Niente mobbing senza intento persecutorio (Cass. 30673/18)

L'elemento qualificante del mobbing non è l’illegittimità di singoli atti, bensì l’intento persecutorio che li unifica.

sentenze

Datore di lavoro deve provare la non discriminazione (CGUE, C-41/17)

Negata indennità di rischio a donna in allattamento: spetta al datore di lavoro provare che non c'è discriminazione sessuale. 

sentenze

Videosorveglianza sul lavoro: il consenso dei dipendenti non basta (CAss. 38882/18)

Datore di lavoro che installa imianto di videosorveglianza deve seguire una procedura apposita, non bastando il consenso dei dipendenti.

sentenze

Datore di lavoro diffonde dati giudiziari del dipendente: condannato (CAss 14242/18)

Il datore di lavoro nel trattare sia pure per ifnalità legititme i dati giudiziari del dipendente deve adottare particolari cautele.

sentenze

Criticare condotta professionale non è diffamazione (Cass. 52578/17)
Contestazione disciplinare o diffamazione? Se si critica la condotta professionale non c'è reato, che invece c'è se si critica la persona.   Corte di Cassazione, sez.

sentenze

Procedimento disciplinare del lavoratore: no avvocato, si elementi di prova del processo penale (Cass. 9305/17)

Nessun diritto del lavoratore di farsi assistere dall'avvocato quando sentito in sede disciplinare; utilizzabili gli elementi di prova tratti dal procedimento penale. 

1 2