Home
Lo studio
Risorse
Contatti
Lo studio

Argomento: email

Decisioni

Email offensiva a una pluralità di persone, offeso incluso: diffamazione (Cass. 13252/21)

L’invio di e-mail a contenuto offensivo integra il reato di diffamazione anche nell’eventualità che tra i destinatari del messaggio di posta elettronica vi sia l’offeso.

Decisioni

Plurime email di minacce, è stalking (Cass. 1223/21)

Email minatorie plurime sono stalking, anche se da indirizzi diversi.

Decisioni

Email non risposta basta per rifiuto MAE processuale? (Cass.18711/20)

Informazioni richieste ma non pervenute non impediscono esecuzione del MAE.

Decisioni

SMS, mail, whatsapp: quale efficacia probatoria? (Cass. 19155/19)

SMS e altri documenti informatici, anche se disconosciuti, possono costituire prova. 

Decisioni

Email, quale valore probatorio? (Cass. 3540/19)

Non basta disconoscere le email per andare assolto.

Decisioni

Email diffamatoria, non basta prova della spedizione (Cass. 55386/18)

Email diffamatoria: spedizione non basta, va provata ricezione (mentre lettura può essere presunta).

Decisioni

Email diffamatoria a più persone in copia conoscenza (Cass. 34484/18)

Mandare email lesive dell'onore di qualcuno a più persone è diffamazione pur se fra i destinatari c'è anche il soggetto diffamato. 

Decisioni

Allegato sbagliato nella notifica con PEC, va provata catena di invio con SNT (Cass. 56280/17)

Ove il destinatario della notificazione a mezzo PEC proveniente da un ufficio giudiziario lamenti contenuto diverso da quello che si assume essergli stato trasmesso deve richiedere attestazione alla cancelleria.