Home
Lo studio
Risorse
Contatti
Lo studio

Argomento: marijuana

Decisioni

Detenzione di marijuana e particolare tenuità del fatto (Tr. Trieste, 307/15)
Può essere esclusa la punibilità della detenzione di marijuana quando per le modalità della condotta e per l?esiguità del danno o del pericolo l?offesa è di particolare tenuità e il...

Decisioni

Coltivare marijuana è reato sempre (Cass. 25316/15)
Nella coltivazione di marijuana, basta anche solo la potenziale attitudine della coltivazione di piante atte alla produzione di sostanze stupefacenti a fornire il principio attivo idoneo a produrre l'effetto drogante,...

Decisioni

Coltivatore incapace? Non c'è reato (Cass. pen., 24732/15)
Nel reato di coltivazione di sostanza stupefacente rileva (e va verificato nel caso concreto) l'effettiva offensività della condotta di coltivazione, sopratutto se le piantine sono in cattivo stato vegetativo.

Decisioni

Peso della sostanza stupefacente e ingente quantità (Cass. 20140/14)
Nel reato di detenzione a fini di spaccio, ciò che conta non è il mero dato pendolare, che deve essere valutato anche con riferimento al numero di dosi ricavabili o commentato...

Decisioni

Sanzione penale della coltivazione incostituzionale? (C.App. Brescia, 10.3.2015)
Va verificata la legittimità costituzionale dell?art. 75 D. P. R. n.

Decisioni

Coltivazione di marijuana inoffensiva (Cass.pen., 9156/15)
Non è punibile per mancanza di offensività la coltivazione cinque piantine invasate di dalle quali sono risultate estraibili grammi 0,1 di sostanza stupefacente. Corte di Cassazione sez.

Decisioni

Coltivazione di marijuana è sempre reato (Cass. 3177/15)
Qualsiasi tipo di coltivazione di marijuana è punibile, dato che contribuisce ad accrescere in qualunque entità, pur se mirata a soddisfare esigenze di natura personale, la quantità di sostanza stupefacente...

Decisioni

Coltivazione e offensività ad incrementare il mercato (Cass. pen. /14)
REPUBBLICA ITALIANA In nome del Popolo Italiano LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE Sezione Sesta penale   composta dai signori: dott. Antonio Agro Presidente dott. Vincenzo Rotundo Consigliere  dott.

Decisioni

Coltivazione di numero esiguo di piante non è reato (Cass. Pen., sent. 15191/14)
Nella coltivazione di sostanza stupefacente, va dimostrata l'offensività della condotta e l'idoneità della stessa a porre in pericolo il bene giuridico protetto dalla norma incriminatrice: in considerazione di un numero...

1 3 4 5 6