Home
Lo studio
Risorse
Contatti
Lo studio

Argomento: esercizio arbitrario delle proprie ragioni

sentenze

Minacce per riscuotere un credito altrui: che reato? (Cass. 10647/20)
Quando sussista un preteso diritto che sia possibile far valere davanti all’autorità giudiziaria, ai fini della distinzione tra esercizio arbitrario delle proprie ragioni ed estorsione occorre verificare il grado di...

sentenze

Malato armato pretende farmaco in farmacia: rapina (Cass. 43888/19)

Esigere con minaccia un farmaco costituisce rapina. 

sentenze

Commette reato l'avvocato che chiede denaro a controparte con minaccia (Cass. 29585/19)

Avvocato che minaccia azioni giudiziali in caso di mancato pagamento: è reato. 

sentenze

Reato farsi giustizia da sé staccando utenze all'ex (Cass.13407/19)

farsi giustizia da soli è consentito solo in casi rarissimi, dovendosi il cittadino sempre rivolgere al giudice in caso di contestazioni.

sentenze

Creditore esagera, condannato per estorsione (Cass.8467/19)

Il creditore non può minacciare per farsi pagare, commettendo altrimenti reato.

sentenze

Farsi giustizia da soli: quale reato? (Cass. 46288/16)

Estorsione se l’agente persegue il conseguimento di un profitto nella piena consapevolezza della sua ingiustizia.

 

sentenze

Estorsione o esercizio arbitrario (Cass. 11453/16)

Il reato di estorsione si caratterizza per la volontà dell’agente di costringere della vittima, e di annullarne le facoltà volitive trasformandola in una esecutrice forzata delle sue pretese.