Etichetta: ingiuria

29 Nov 2016
Sentenze

Omosessuale non è un offesa (Cass. 50659/16)

Nicola Canestrini

Argomenti correlati: diffamazione, ingiuria, omosessualità

E' da escludere che il termine "omosessuale" (a differenza di appellattivi che pur indicando le prefernze sessuali sono denigratori) abbia conservato nel presente contesto storico un significato intrinsecamente offensivo come,...

Leggi di più su 'Omosessuale non è un offesa (Cass. 50659/16)'...
14 Sep 2016
Sentenze

Libertà di difesa consente offese (Cass. 38235/16)

Cassazione penale

Argomenti correlati: libera manifestazine del pensiero, diffamazione, ingiuria, diritto di critica, libertà di difesa

Non sono punibili le offese provenienti dal difensore, a patto che riguardino l'oggetto della causa in modo diretto ed immediato: ciò perchè il difensore esercita un diritto / dovere di...

Leggi di più su 'Libertà di difesa consente offese (Cass. 38235/16)'...
12 Sep 2016
Sentenze

Espressioni grevi fra militari sono reato (Cass. 37803/16)

Cassazione penale

Argomenti correlati: ingiuria, diffamazione, diritto di critica, libera manifestazione del pensiero, reato militare

"Non capisci un cazzo, non sei un cazzo di nessuno" detto da un superiore gerarchico ad un suo sottoposto è  ingiuria militare aggravata e non esercizio di diritto di critica.

Leggi di più su 'Espressioni grevi fra militari sono reato (Cass. 37803/16)'...
2 Nov 2015
Sentenze

Sms con puntini di sospensione: è ingiuria (Cass. 44145/15)

Cassazione penale

Argomenti correlati: ingiuria, sms

Perchè ci sia il reato di inguria non è necesario che il termine offensivo sia compiutamente trascritto o pronunciato, essendo sufficiente che esso sia inequivocamente sottinteso e percepito nel suo...

Leggi di più su 'Sms con puntini di sospensione: è ingiuria (Cass. 44145/15) '...
27 Aug 2015
Sentenze

"Leccaculo" è ingiuria (Cass. pen., 35013/15)

Cassazione penale

Argomenti correlati: era manifestazione del pensiero, diritto di critica, ingiuria, rapporto di lavoro

Il potere gerarchico o, comunque, di sovraordinazione consente di richiamare, ma non di ingiuriare Il lavoratore dipendente o di esorbitare dal limiti della correttezza e dei rispetto della dignità umana...

Leggi di più su '"Leccaculo" è ingiuria (Cass. pen., 35013/15)'...
18 Jun 2015
Sentenze

Sono arrivati gli sbirri non è sempre oltraggio (Cass. 25903/15)

Cassazione penale

Argomenti correlati: oltraggio, ingiuria, libera manifestazione del pensiero

'Ecco sono arrivati gli sbirri' non è reato se esprime una protesta contro l'astratta funzione della polizia e non è diretta a ledere i singoli pubblici ufficiali in ragione degli...

Leggi di più su 'Sono arrivati gli sbirri non è sempre oltraggio (Cass. 25903/15)'...
17 Jun 2015
Sentenze

Ti aspetto fuori non è una minaccia (Cass., 25517/15)

Cassazione penale

Argomenti correlati: minaccia, ingiuria, libera manifestazione del pensiero

"Sono più intelligente di te (..) ti aspetto fuori" sono espressioni penalmente irrilevanti: in particolare non è minaccia dire "ti aspetto fuori" per la sua sostanziale genericità, non potendo ritenersi...

Leggi di più su 'Ti aspetto fuori non è una minaccia (Cass., 25517/15)'...
3 Oct 2014
Sentenze

La speranza dell'altrui morte non è reato (Cass. pen., 41190/14)

Cassazione penale

Argomenti correlati: minaccia, libera manifestazione del pensiero, ingiuria

Desiderare la morte altrui non sta necessariamente a significare che si intenda offenderne l'onore e il decoro, non potendo quindi costituire ingiuria, nè - in quanto speranza - costituisce minaccia.

Leggi di più su 'La speranza dell'altrui morte non è reato (Cass. pen., 41190/14) '...
17 Oct 2011
Sentenze

"Stronzate" in una riunione è ingiuria (Cass., 37380/11)

Cassazione penale

Argomenti correlati: ingiuria, diritto di critica, libera manifestazione del pensiero

"Lei dice solo stronzate" durante una riunione scolastica lede l'onore e il decoro perchè tende non ad una critica aspra, ma a squalificare la persona. 

Leggi di più su '"Stronzate" in una riunione è ingiuria (Cass., 37380/11)'...

Recenti Pubblicazioni

Alcoltest corretto a mano: tutto regolare (Cass. 8060/17)

Alcoltest e correzioni a mano: le correzioni apportate a mano sugli scontrini, se valutate dal giudice, sono una mera irregolarità che non mette di per sè in dubbio la funzionalità dell’apparecchio o la riferibilità degli stessi al guidatore.

Elezione di domicilio comporta conoscenza del processo (Cass. 8460/17)

L'elezione di domicilio presso il difensore di ufficio con la disciplina dell'asssenza fonda una presunzione di conoscenza del processo, che legittima il giudice a concludere il processo anche con una sentenza di condanna idonea a passare in giudicato; nei limiti previsti dall’art. 625 ter, c.p.p., è onere del condananto di provare che il difetto di informazione non dipenda da una causa allo stesso imputato ascrivibile a titolo di colpa (imputato alloglotta che aveva eletto domicilio presso il difensorei di ufficio).

Borsa dell'avvocato è intoccabile .. o quasi (Cass. 8031/17)

La borsa professionale dell'avvocato costituisce una sorta di "proiezione spaziale" di un ufficio legale, con la conseguenza che devono osservarsi, nel sottoporla a perquisizione, le garanzie previste dall’art. 103 c.p.p. per i locali degli uffici dei difensori (essenzialmente apprestate in funzione di garanzia del diritto di difesa dell’imputato); dette garanzie non operano peraltro quando lo stesso difensore perquisito è indagato.

Phishing e responsabilità della banca (Cass. 2950/17)

In caso di truffa telematica – cosiddetto Phishing – ai danni di un correntista, spetta alla banca dimostrare di aver fatto tutto il possibile, secondo il criterio della diligenza professionale, per scongiurare la frode servendosi di un sistema informatico adeguato ai rischi (Bancoposta).

Negata estradizione esecutiva verso la Turchia di un curdo (CA Roma, 2/2016 estr.)

Non può esser accolta la richiesta di estradizione della Turchia di un condannato di etnia curda perchè non è garantito il rispetto dei diritti fondamentali.

Quantità non esclude uso personale (Cass. 1081/17)

Quantità e dosi ricavabili non bastano per una condanna di detenzione a fini di spaccio.