Home
Lo studio
Risorse
Contatti
Lo studio

Sentenze

Obbligo di prestare soccorso stradale (Cass. 10736/18)

Chiunque ha l'obbligo di prestare soccorso in un incidente in cui è rimasto (anche incolpevolemente) coinvolto.

Sentenze

Prescrizione pre Taricco (cass. 9494/18)

Ai reati tributari commessi antecedentemente alla sentenza della Corte di Giustizia dell’Unione Europea (causa C-105/14, Taricco) si applica integralmente la normativa sulla prescrizione, atteso che il giudice nazionale non può disapplicarla in virtù del principio di irretroattività.

Sentenze

Quando fotografare le persone è reato (Cass. 9446/18)

Seguire un persona e fotografarla può essere reato .. anche se la vittima non se ne accorge.

 

Sentenze

Campo allagato, custode risponde delle lesioni (Cass. 9169/18)

Il custode di un impianto sportivo risponde delle lesioni accadute agli utenti a causa del fango sul campo da gioco.

Sentenze

Risarcimento non si cumula conm indennizzo (CdS 1/2018)

La presenza di un’unica condotta responsabile determina l'impossibilità del cumulo del risarcimento del danno contrattuale con  l'eventuale indennizzo.

Sentenze

Straining e mobbing vanno risarciti (Cass. 3977/18)

Sia il mobbing che la sua form attenuanta (straining) giustificano la pretesa risarcitoria fondata sull'art. 2087 c.c., quando incidono sull'integrità fisica e sulla personalità morale del lavoratore.

Sentenze

Nessun risaricmento per minore che viaggia senza seggiolino (Cass. 3418/18)

Nessun risacimento per i danni del minore se determinati dal mancato uso del seggiolino (obbligatorio).

Sentenze

Molestia: basta contatto telefonico o sms (Cass. 6064/128)

Per esserci molestia, bastano tre soli contatti telefonici e sms tra imputato e vittima.

Sentenze

Ripudio del fascismo non limita libertà di pensiero (TAR Lombardia 68/2018)

Legittima la richiesta a Casapound di ripudiare il fascismo per poter usufruire di spazi comunali.

Sentenze

Invalidità grave, danno non patrimoniale è presunto (Cass. 2348/18)

Una alta percentuale di invalidità permanente rende altamente probabile, se non addirittura certa, la menomazione della capacità lavorativa specifica: quindi il giudice può procedere all'accertamento presuntivo dl danno patrimoniale, liquidando questa specifica voce di danno con criteri equitativi.

1 ... 3 4 5 6 7 ... 58