Etichetta: patente

9 Nov 2015
Sentenze

Revisione della patente dopo incidente (TAR 977/15)

TAR

Argomenti correlati: sinistro stradale, reato stradale, revisione della patente, patente

Il mero accadimento di un incidente, ancorché in presenza di feriti, non può essere considerato un presupposto di per sé sufficiente a giustificare un ragionevole dubbio circa la permanenza dei...

Leggi di più su 'Revisione della patente dopo incidente (TAR 977/15)'...
18 Jun 2015
Informazioni utili

Divieto triennale di conseguire la patente 219 Codice della Strada (Ministero Trasporti, 2015)

Ministero dei Trasporti

Argomenti correlati: Guida in stato di ebbrezza, guida sotto l'effetto di sostanze stupefacente, reati stradali, patente

A seguito della revoca della patente per violazioni di cui agli articoli 186, 186-bis e 187 (guida in stato di ebbrezza e sotto l'effetto di stanza stupefacente), non è possibile...

Leggi di più su 'Divieto triennale di conseguire la patente 219 Codice della Strada (Ministero Trasporti, 2015)'...
21 May 2015
Sentenze

No al turismo per patente (CGUE, C‑339/14)

CGUE

Argomenti correlati: patente, revoca, reati stradali

Non contrasta con il diritto europeo il mancato riconoscimento della validità di una patente straniera in capo a chi abbia perso il diritto alla patente nel proprio stato: uno Stato...

Leggi di più su 'No al turismo per patente (CGUE, C‑339/14)'...
8 Apr 2015
Sentenze

Condanna per spaccio lieve e revoca della patente (TAR Brescia, 500/15)

TAR Lombardia

Argomenti correlati: patente, Sostanze stupefacenti, spaccio, guida sotto effetto di sostanze stupefacenti, reati stradali

Non c'è (più) automatismo fra revoca della patente prevista dall'art. 120 CdS e condanna per spaccio, nell'ipotesi di lieve entità (art 73/5 TU stup.), con conseguente obbligo per la Prefettura...

Leggi di più su 'Condanna per spaccio lieve e revoca della patente (TAR Brescia, 500/15)'...

Recenti Pubblicazioni

Quantità non esclude uso personale (Cass. 1081/17)

Quantità e dosi ricavabili non bastano per una condanna di detenzione a fini di spaccio.

Condizioni ostative all'estradizione e valutazione politica (Cass. 386/17)

In tema di estradizione processuale convenzionale con il Brasile, il trattato non contempla la valutazione da parte dello Stato richiesto dei gravi indizi di colpevolezza, dovendo comunque verificare l’autorità giudiziaria italiana che nella documentazione trasmessa a sostegno della domanda estradizionale risultino evocate le ragioni per le quali è stato ritenuto probabile, nella prospettiva del sistema processuale dello Stato richiedente, che l’estradando abbia commesso il reato oggetto della domanda.

Estadizione negata verso la Turchia perchè non rispetta i diritti fondamentali (Cass. 54467/16)

Non può esser accolta la richiesta di estradizione della Turchia perchè non è garantito il rispeti dei diritti fondamentali.

Termine a difesa deve essere congruo (Cass. 51567/16)

Il nuovo difensore d'ufficio o di fiducia nei casi di "rinunzia, revoca o incompatibilità" ha diritto ad un termine a difesa congruo, configurandosi altrimenti una nullità a regime intermedio in forza della norma generale posta dall’art. 178, comma 1, lett. c), cod. proc. pen. (in quanto incide sull’assistenza dell’imputato) che dunque va eccepita immediatamente.

Omosessuale non è un offesa (Cass. 50659/16)

E' da escludere che il termine "omosessuale" (a differenza di appellattivi che pur indicando le prefernze sessuali sono denigratori) abbia conservato nel presente contesto storico un significato intrinsecamente offensivo come, forse, poteva ritenersi in un passato nemmeno tanto remoto.

Reformatio in pejus in appello: ancora alle SSUU (Cass., 47015/16)

Nel caso di rformatio in pejus della setneza di primo grado, il giudice di appello debba porre in essere i poteri d’integrazione probatoria e procedere all’assunzione diretta dei dichiaranti per ritenere raggiunta la prova della colpevolezza dell’imputato, in riforma della sentenza appellata?