Etichetta: mandato d'arresto europeo

3 Oct 2016
Articoli

Rispetto dei diritti fondamentali in ambito europeo (MAE)

Nicola Canestrini

Argomenti correlati: MAE, mandato d'arresto europeo, estradizione, Diritti fondamentali, carcere

Rispetto dei diritti fondamentali in ambito europeo tra presunzioni ed effettività. Il decalogo italiano per rilevare nel procedimento MAE il rischio di trattamento carcerario inumano o degradante (contributo di Nicola Canestrini.

Leggi di più su 'Rispetto dei diritti fondamentali in ambito europeo: il MAE'...
26 Sep 2016
Sentenze

MAE e diritti fondamentali: obbligatorie le informazioni supplementari (Cass. 40032/16)

Cassazione penale

Argomenti correlati: MAE, mandato d'arresto europeo, Romania, estradizione, Diritti fondamentali

Anche nell'ambito di una esecuzione MAE, ove l'autorità giudiziaria dello Stato d'esecuzione disponga di elementi oggettivi, affidabili, accurati e debitamente aggiornati che attestino un rischio reale di trattamenti inumani o...

Leggi di più su 'MAE e diritti fondamentali: obbligatorie le informazioni supplementari (Cass. 40032/16)'...
22 Aug 2016
Sentenze

Rischio di trattamento inumano impone verifica puntuale (Cass. 35255/16)

Cassazione penale

Argomenti correlati: MAE, mandato d'arresto europeo, Romania, estradizione, Diritti fondamentali

In tema di procedimento per esecuzione di un mandato di arresto europeo, la Corte territoriale, conformandosi all'interpretazione della decisione quadro del 2002 risultante dalla sentenza della Corte di giustizia Aranyosi...

Leggi di più su 'Rischio di trattamento inumano impone verifica puntuale (Cass. 35255/16)'...
13 Jul 2016
Sentenze

Intollerabile la violazione diritti fondamentali: MAE rifiutato (Cass. 28721/16)

Cassazione penale

Argomenti correlati: MAE, mandato d'arresto europeo, Romania, estradizione, Diritti fondamentali

La circostanza che lo Stato di emissione sia membro dell’Unione europea se da un lato giustifica l’introduzione di regole per la semplificazione delle procedure di cooperazione giudiziaria in materia penale,...

Leggi di più su 'Intollerabile la violazione diritti fondamentali: MAE rifiutato (Cass. 28721/16)'...
3 Jun 2016
Sentenze

Ineseguibile MAE in Romania per condizioni di detenzione (Cass., 23277/16)

Cassazione penale

Argomenti correlati: MAE, mandato d'arresto europeo, estradizione, Romania

 Tutti gli Stati membri devono rispettare il diritto dell'Unione e, più in particolare, i diritti fondamentali riconosciuti da quest'ultimo: non si può prescindere dalla constatazione dell'effettivo e concreto grave malfunzionamento...

Leggi di più su 'Ineseguibile MAE in Romania per condizioni di detenzione (Cass., 23277/16)'...
1 Jun 2016
Sentenze

Carceri inumane? MAE da rifiutare (Cass. 23277/16)

Cassazione penale

Argomenti correlati: MAE, mandato d'arresto europeo, Romania, estradizione, Diritti fondamentali

Se fonti conoscitive qualificate sanciscono che le carceri dello Stato emittente un MAE (qui: Romania) sono sovraffollate, malsane e con scarsa luce ed aerazione, non è necessario dimostrare il pericolo...

Leggi di più su 'Carceri inumane? MAE da rifiutare (Cass. 23277/16)'...

Recenti Pubblicazioni

Quantità non esclude uso personale (Cass. 1081/17)

Quantità e dosi ricavabili non bastano per una condanna di detenzione a fini di spaccio.

Condizioni ostative all'estradizione e valutazione politica (Cass. 386/17)

In tema di estradizione processuale convenzionale con il Brasile, il trattato non contempla la valutazione da parte dello Stato richiesto dei gravi indizi di colpevolezza, dovendo comunque verificare l’autorità giudiziaria italiana che nella documentazione trasmessa a sostegno della domanda estradizionale risultino evocate le ragioni per le quali è stato ritenuto probabile, nella prospettiva del sistema processuale dello Stato richiedente, che l’estradando abbia commesso il reato oggetto della domanda.

Estadizione negata verso la Turchia perchè non rispetta i diritti fondamentali (Cass. 54467/16)

Non può esser accolta la richiesta di estradizione della Turchia perchè non è garantito il rispeti dei diritti fondamentali.

Termine a difesa deve essere congruo (Cass. 51567/16)

Il nuovo difensore d'ufficio o di fiducia nei casi di "rinunzia, revoca o incompatibilità" ha diritto ad un termine a difesa congruo, configurandosi altrimenti una nullità a regime intermedio in forza della norma generale posta dall’art. 178, comma 1, lett. c), cod. proc. pen. (in quanto incide sull’assistenza dell’imputato) che dunque va eccepita immediatamente.

Omosessuale non è un offesa (Cass. 50659/16)

E' da escludere che il termine "omosessuale" (a differenza di appellattivi che pur indicando le prefernze sessuali sono denigratori) abbia conservato nel presente contesto storico un significato intrinsecamente offensivo come, forse, poteva ritenersi in un passato nemmeno tanto remoto.

Reformatio in pejus in appello: ancora alle SSUU (Cass., 47015/16)

Nel caso di rformatio in pejus della setneza di primo grado, il giudice di appello debba porre in essere i poteri d’integrazione probatoria e procedere all’assunzione diretta dei dichiaranti per ritenere raggiunta la prova della colpevolezza dell’imputato, in riforma della sentenza appellata?