Categoria: Sentenze

6 Oct 2016
Sentenze

Risarcimento del danno, interessi, rivalutazione (Cass., 19987/16)

Cassazione civile

Argomenti correlati: risarcimento del danno, interessi, rivalutazione, risarcimento

Nel caso di ritardato adempimento d’una obbligazione di valore, quale è quella che ha ad oggetto il risarcimento del danno aquiliano, la liquidazione deve avvenire dapprima rivalutando il credito all’epoca...

Leggi di più su 'Risarcimento del danno, interessi, rivalutazione (Cass., 19987/16)'...
5 Oct 2016
Sentenze

Non è l'imputato a dover dare una tesi alternativa (Cass., 41968/16)

Cassazione penale

Argomenti correlati: ragionevole dubbio, inicidente, presunzione di innocenza

La condanna "al di là del ragionevole dubbio" significa che il reato deve essere attribuibile all'imputato con un alto grado di credibilità razionale: ciò significa che le ipotesi alternative, pur...

Leggi di più su 'Non è l'imputato a dover dare una tesi alternativa (Cass., 41968/16)'...
3 Oct 2016
Sentenze

Presenza fisica di un qualsiasi difensore non garantisce effettività (Cass. pen. 41432/16)

Nicola Canestrini

Argomenti correlati: diritto di difesa

L'intervento del difensore costituisce una attività di "partecipazione" e non di mera "assistenza", essendo egli impegnato, al pari del pubblico ministero, nella ricerca, individuazione, proposizione e valutazione di tutti gli...

Leggi di più su 'Presenza fisica di un qualsiasi difensore non garantisce effettività (Cass. pen. 41432/16)'...
3 Oct 2016
Sentenze

4 piante di marijuana sono reato (Cass. 41319/16)

Cassazione penale

Argomenti correlati: marijuana, coltivazione, stupefacenti

E' reato coltivare 4 piante di marijuana, dato che le 15 dosi prodotte dimostrno la offensività della condotta.

Leggi di più su '4 piante di marijuana sono reato (Cass. 41319/16)'...
28 Sep 2016
Sentenze

Coltiivazione di marijuana di 5 piante è inoffensiva (Trib. Rovigo, 243/16)

Nicola Canestrini

Argomenti correlati: coltivazione; sostanza stupefacente; offensività

La coltivazione di 5 piante di marijuana è inoffeniva perchè non è in grado di nuocere alla salute pubblica, bene guridico tutelato dalla norma incriminatrice.

Leggi di più su 'Coltiivazione di marijuana di 5 piante è inoffensiva (Trib. Rovigo, 243/16)'...
26 Sep 2016
Sentenze

Coltivazione di una pianta di marijuana non è reato (Cass. 40030/16)

Cassazione penale

Argomenti correlati: coltivazione, marijuana, sostanza stupefacente, spaccio

La coltivazione di una singola pianta sul terrazzo di 1 m di altezza e con 312 mg di principio attivo non è reato per mancanza di offensività in concreto.

Leggi di più su 'Coltivazione di una pianta di marijuana non è reato (Cass. 40030/16)'...
26 Sep 2016
Sentenze

MAE e diritti fondamentali: obbligatorie le informazioni supplementari (Cass. 40032/16)

Cassazione penale

Argomenti correlati: MAE, mandato d'arresto europeo, Romania, estradizione, Diritti fondamentali

Anche nell'ambito di una esecuzione MAE, ove l'autorità giudiziaria dello Stato d'esecuzione disponga di elementi oggettivi, affidabili, accurati e debitamente aggiornati che attestino un rischio reale di trattamenti inumani o...

Leggi di più su 'MAE e diritti fondamentali: obbligatorie le informazioni supplementari (Cass. 40032/16)'...
19 Sep 2016
Sentenze

Detenzione ai fini di spaccio: fatto lieve? (cass. 38758/16)

Cassazione penale

Argomenti correlati: spaccio, fatto lieve, detenzione, cocaina

51 grammi di cocaina pari a 141 dosi singole non sono fatto di lieve entità, dato che il fatto lieve ricorre solo in caso di minima offensività della condotta, in...

Leggi di più su 'Detenzione ai fini di spaccio: fatto lieve? (cass. 38758/16)'...
19 Sep 2016
Sentenze

Pendenza di procedimento in Italia e divieto di estradizione (Cass. 38762/16)

Cassazione penale

Argomenti correlati: estradizione, Svizzera

Vige il divieto di estradizione ove per lo stesso fatto sia in corso procedimento penale nei confronti della persona oggetto della relativa domanda: la eventuae norma pattizia contraria è indirizzata...

Leggi di più su 'Pendenza di procedimento in Italia e divieto di estradizione (Cass. 38762/16)'...
19 Sep 2016
Sentenze

Convenzione europea di estradizione e pendenza di un procedimento (Cass. 38762/16)

Cassazione penale

Argomenti correlati: estradizione

La pendenza di un procedimento penale nel regime convenzionale multilaterale disciplinato dalla Convenzione Europea in tema di estradizione osta alla consegna ex art 705 c.p.p.

Leggi di più su 'Convenzione europea di estradizione e pendenza di un procedimento (Cass. 38762/16)'...

Recenti Pubblicazioni

Ricognizione fotografica inattendibile anche se proviene dalla polizia giudiziaria (Cass. 17747/17)

Il riconoscimento fotografico operato dagli agenti di polizia non gode di uno statuto probatorio privilegiato, ma è compito del giudice valutarne la attendibilità.

Cronaca giudiziaria e titoli ad effetto (Cass. 15587/17)

In tema di cronaca giudiziaria relativa alla fase delle indagini preliminari, grava sul giornalista il dovere - proprio in ragione della fluidità ed incertezza ontologica del contenuto delle investigazioni - di raccontare i fatti senza enfasi od indebite anticipazioni di colpevolezza, non essendogli consentite aprioristiche scelte di campo o sbilanciamenti di sorta a favore dell’ipotesi accusatoria, capaci di ingenerare nel fruitore della notizia facili suggestioni, in spregio del principio costituzionale di presunzione di innocenza dell’imputato e a fortiori dell’indagato sino a sentenza definitiva.

Arresti domiciliari: andare nel piazzale condominiale è evasione (Cass. 15496/17)

 

Pubblicizzare un procedimento penale altrui è reato (Cass. 15221/17)

Affiggere alla bacheca condominiale la notizia di un procedimento penale pendente è trattamento illecito di dati personali (dati giudiziari).

Sentimento religioso, spettacolo blasfemo e libertà dell'arte (Cass. 7468/179)

La Costituzione riconosce la libertà dell'arte e della scienza, dovendo, perciò ritenersi pienamente consentite le manifestazioni artistiche e scientifiche, che possono svolgersi senza dover subire condizionamenti o indirizzi di sorta: è escluso che l'organizzazione di uno spettacolo artistico (asseritamene blasfemo) possa, di per sé sola, costituire violazione del personale sentimento religioso di un singolo cittadino.

Ammissione ex lege al patrocino a spese dello stato per vittime di violenza di genere (Cass. 13497/17)

La vittima dei reati di maltrattamenti in famiglia, mutilazione di organi genitali femminili, violenza sessuale, atti sessuali con minorenne, violenza sessuale di gruppo e atti persecutori (stalking) è ammessa ex lege al patrocnio a spese dello stato, senza necessità di verifica del reddito: il giudice ha infatti il dovere di accogliere la domanda di fruizione del beneficio, posto che la finalità della norma in questione appare essere quella di assicurare alle vittime di quei reati un accesso alla giustizia favorito dalla gratuità dell’assistenza legale