Archivia: 2016

21 Dec 2016
Sentenze

Estadizione negata verso la Turchia perchè non rispetta i diritti fondamentali (Cass. 54467/16)

Cassazione penale

Argomenti correlati: estradizione, turchia

Non può esser accolta la richiesta di estradizione della Turchia perchè non è garantito il rispetto dei diritti fondamentali.

Leggi di più su 'Estadizione negata verso la Turchia perchè non rispetta i diritti fondamentali (Cass. 54467/16)'...
2 Dec 2016
Sentenze

Termine a difesa deve essere congruo (Cass. 51567/16)

Nicola Canestrini

Argomenti correlati: diritto di difesa

Il nuovo difensore d'ufficio o di fiducia nei casi di "rinunzia, revoca o incompatibilità" ha diritto ad un termine a difesa congruo, configurandosi altrimenti una nullità a regime intermedio in...

Leggi di più su 'Termine a difesa deve essere congruo (Cass. 51567/16) '...
29 Nov 2016
Sentenze

Omosessuale non è un offesa (Cass. 50659/16)

Nicola Canestrini

Argomenti correlati: diffamazione, ingiuria, omosessualità

E' da escludere che il termine "omosessuale" (a differenza di appellattivi che pur indicando le prefernze sessuali sono denigratori) abbia conservato nel presente contesto storico un significato intrinsecamente offensivo come,...

Leggi di più su 'Omosessuale non è un offesa (Cass. 50659/16)'...
9 Nov 2016
Sentenze

Reformatio in pejus in appello: ancora alle SSUU (Cass., 47015/16)

Nicola Canestrini

Argomenti correlati: CEDU, ragionevole dubbio

Nel caso di rformatio in pejus della setneza di primo grado, il giudice di appello debba porre in essere i poteri d’integrazione probatoria e procedere all’assunzione diretta dei dichiaranti per...

Leggi di più su 'Reformatio in pejus in appello: ancora alle SSUU (Cass., 47015/16)'...
9 Nov 2016
Sentenze

Illegittimo multare mendicanti (Cons. Stato, 9/11/2016)

Consiglio di Stato and Nicola Canestrini

Argomenti correlati: accattonaggio, solidarietà

I sindaci non possono multare con ordinanze contingibili ed urgenti i mendicanti che chiedono la carità senza molestare o infastidire nessuno.

Leggi di più su 'Illegittimo multare mendicanti (Cons. Stato, 9/11/2016)'...
3 Nov 2016
Sentenze

Farsi giustizia da soli: quale reato? (Cass. 46288/16)

Argomenti correlati: estorsione, esercizio arbitrario delle proprie ragioni, presunzione di innocenza

i delitti di esercizio arbitrario delle proprie ragioni e di estorsione, pur caratterizzati da una materialità non esattamente sovrapponibile, si distinguono tendenzialmente in relazione all’elemento psicologico.

Leggi di più su 'Farsi giustizia da soli: quale reato? (Cass. 46288/16)'...
28 Oct 2016
Sentenze

Madre inerte concorre nel reato (Cass. 45011/16)

Nicola Canestrini

Argomenti correlati: violenza sessuale, reato omissivo

La madre che lascia che il padre abusi della figlia concorre nel reato se non adotta iniziative volte a impedire il protrarsi della condotta abusante, nonostante gli atteggiamenti sospetti del...

Leggi di più su 'Madre inerte concorre nel reato (Cass. 45011/16)'...
27 Oct 2016
Sentenze

Coltivazione e particolare tenuità del fatto (Tr. Fermo, 260716)

Nicola Canestrini

Argomenti correlati: coltivazione; sostanza stupefacente; offensività, tenuità

Non è punibile per particolare tenuità del fatto la coltivazione da parte di un incensurato di 50 piante di marijuana (13 g di principio attivo).

Leggi di più su 'Coltivazione e particolare tenuità del fatto (Tr. Fermo, 260716)'...
26 Oct 2016
Sentenze

Morte durante attività sadmoasochiste (Cass. 44986/16)

Argomenti correlati: omicidio, sadomaso

Ciò che esclude la riconduzione delle pratiche sadomaso (bondage, breath playing) al concetto di 'attività violenta' è l’assenza della volontà di provocare sensazioni dolorose ai soggetti che ad esse si...

Leggi di più su 'Morte durante attività sadmoasochiste (Cass. 44986/16)'...
17 Oct 2016
Sentenze

Legittimo reagire a condotte illegittime del pubblico ufficiale (Cass. 43894/16)

Cassaione penale

Argomenti correlati: resistenza a pubblico ufficiale

Quando il pubblico ufficiale pone in essere una condotta oggettivamente illegittima, in assenza dei necessari presupposti legittimanti, e sulla base di una decisione da lui assunta autonomamente o comunque al...

Leggi di più su 'Legittimo reagire a condotte illegittime del pubblico ufficiale (Cass. 43894/16)'...

Recenti Pubblicazioni

Dipendente patteggia per droga: non può essere licenziato (Cass. 26679/17)

Anche le condotte concernenti la vita privata del lavoratore possono in concreto risultare idonee a ledere irrimediabilmente il vincolo fiduciario, allorquando abbiano un riflesso, sia pure soltanto potenziale ma oggettivo, sulla funzionalità del rapporto compromettendo le aspettative d’un futuro puntuale adempimento dell’obbligazione lavorativa, in relazione alle specifiche mansioni o alla particolare attività.

Imbianchino cade dalla scala: datore di lavoro condannato (Cass. 48951/17)

Imbianchino non adotta le misure antiinfortunistiche e cade dalla scala di sua proprietà: condannato il datore di lavoro. Infatti, le misure adottate al fine di prevenire gli infortuni sul lavoro devono essere idonee ad evitare il verificarsi di sinistri anche in caso di disattenzione del lavoratore e, laddove si verifichi un evento dannoso, la responsabilità del datore di lavoro potrà escludersi soltanto in presenza di un comportamento del tutto abnorme del lavoratore.

Accertamento in ospedale del tasso alcolemico (Cass. 51284/17)

Nell’ipotesi in cui la polizia giudiziaria deleghi il personale sanitario all'accertamento del tasso alcolemico nel sangue, sussiste l’obbligo di dare l’avviso del diritto a far presenzaiare il difensore, allorché il conducente sia già indiziato di reato, al momento in cui la P.G. ha inviato al personale sanitario la richiesta di procedere ad esami clinici per la verifica del tasso alcolemico, e se l’accertamento non venga espletato a fini di cura della persona, e cioè sia unicamente finalizzato alla ricerca della prova della colpevolezza del soggetto indiziato.

Cane che morde.. inguaia il padrone (Cass. 51448/17)

l proprietario o anche solo detentore di un’animale risponde di lesioni colpose cagionate dall’animale a terzi anche qualora ne abbia affidato la custodia a una persona inidonea a controllarlo.

Litispendenza internazionale e rifiuto consegna MAE (Cass. 47892/17)

Il rifiuto di consegna in ragione della "territorialità" italiana del reato oggetto del m.a.e. estero opera esclusivamente a condizione che risulti rigorosamente provato che l'eventuale concomitante (e potenzialmente preminente) giurisdizione italiana emerga in termini di piena certezza sulla base di un quadro fattuale che possa desumersi, in modo affidabile e non controverso, dagli stessi elementi storici offerti dallo Stato di emissione del m.a.e. (L. n. 69 del 2005, art. 18, lett. p).

Serio pericolo per i diritti fondamentali per MAE: che fare? (Cass. 47893/17)

Quando risulti un serio pericolo di violazione dei diritti fondamentali nello Stato che ha emesso un mandato di arresto europeo, l'autorità giudiziaria deve procedere alla richiesta di informazioni complementari allo Stato richiedente, fissando un termine adeguato che non potrà comunque essere superiore ai trenta giorni, al fine di accertare se la persona richiesta in consegna sarà detenuta presso una struttura carceraria ed, in caso positivo, le condizioni di detenzione che saranno riservate all'interessato.