Archivia: 2015

22 Dec 2015
Sentenze

Responsabilità dei soci nei reati tributari (Cass. 50201/15)

Cassazione penale

Argomenti correlati: reati tributari, dichiarazione infedele

In tema di reati tributari (nella specie infedele dichiarazione dei redditi), qualora i soci di una società in nome collettivo abbiano, in assenza di una specifica previsione contenuta nell'atto costitutivo,...

Leggi di più su 'Responsabilità dei soci nei reati tributari (Cass. 50201/15)'...
27 Nov 2015
Sentenze

Stalking: reato di evento .. implicito Cass. 47195/15)

Cassazione penale

Argomenti correlati: stalking, atti persecutori

Atti persecutori (stalking): Il "grave stato di ansia o di paura" e il "fondato timore per la propria incolumità", quali eventi del reato, possono essere desunti dalla gravità degli episodi...

Leggi di più su 'Stalking: reato di evento .. implicito Cass. 47195/15)'...
24 Nov 2015
Sentenze

Ebbrezza con incidente: meglio il rifiuto dell'etilometro? (SSUU, 46624/15)

Cassazione penale

Argomenti correlati: Guida in stato di ebbrezza, reati stradali

In stato di ebbrezza oltre 1,5 (art.186, lettera (c) CdS) con incidente o con vettura di persona estranea la reato? Gli aumenti della pena previsti in tali due casi non si...

Leggi di più su 'Ebbrezza con incidente: meglio il rifiuto dell'etilometro? (SSUU, 46624/15)'...
19 Nov 2015
Sentenze

Collage di frasi vere e giudizio critico (Trib. Rov, 19.11.2015)

Tribunale di Rovereto

Argomenti correlati: libera manifestazione del pensiero, diritto di critica, diffamazione

Un collage di frasi, di per sè vere, ma disancorate dal contesto originario, possono risolversi in un’illecita offesa alla reputazione.

Leggi di più su 'Collage di frasi vere e giudizio critico (Trib. Rov, 19.11.2015)'...
16 Nov 2015
Articoli

Il reato di associazione con finalità di terrorismo anche internazionale

GIP Tribunale di Roma (proc. 15661/2012 RG)

Argomenti correlati: terrorismo

Una guida per l'interprete nella ricostruzione del reato di cui all'art. 270 bis c.p., quale fattispecie di reato associativo, e quale delitto di pericolo presunto, che anticipa la soglia di...

Leggi di più su ' Il reato di associazione con finalità di terrorismo anche internazionale '...
13 Nov 2015
Sentenze

Il corteggiamento serrato è stalking (Cass. 45453/15)

Cassazione penale

Argomenti correlati: stalking

Essere innamorati non giustifica il (troppo) corteggiamento sgradito serrato, che può costiture reato: sussurrare frasi come "tu mi piaci", aveva "mandato" baci, mettersi le mani sul cuore "a voler mimare...

Leggi di più su 'Il corteggiamento serrato è stalking (Cass. 45453/15)'...
9 Nov 2015
Sentenze

Revisione della patente dopo incidente (TAR 977/15)

TAR

Argomenti correlati: sinistro stradale, reato stradale, revisione della patente, patente

Il mero accadimento di un incidente, ancorché in presenza di feriti, non può essere considerato un presupposto di per sé sufficiente a giustificare un ragionevole dubbio circa la permanenza dei...

Leggi di più su 'Revisione della patente dopo incidente (TAR 977/15)'...
4 Nov 2015
Sentenze

Riconoscimento fotografico con cerchietto rosso (Cass. 44448/15)

Cassazione penale

Argomenti correlati: individuazione fotografica, riconoscimento fotografico, ricognizione di persona, prova atipica

Riconoscere fotogrammi (anche se cerchiati di rosso) durante le indagini rende superflua la ricognizione di persona in dibattimento.

Leggi di più su 'Riconoscimento fotografico con cerchietto rosso (Cass. 44448/15)'...

Recenti Pubblicazioni

Ammissione ex lege al patrocino a spese dello stato per vittime di violenza di genere (Cass. 13497/17)

La vittima dei reati di maltrattamenti in famiglia, mutilazione di organi genitali femminili, violenza sessuale, atti sessuali con minorenne, violenza sessuale di gruppo e atti persecutori (stalking) è ammessa ex lege al patrocnio a spese dello stato, senza necessità di verifica del reddito: il giudice ha infatti il dovere di accogliere la domanda di fruizione del beneficio, posto che la finalità della norma in questione appare essere quella di assicurare alle vittime di quei reati un accesso alla giustizia favorito dalla gratuità dell’assistenza legale

Mancata scarcerazione è illecito discipinare (Cass. 7307/17)

La privazione della libertà personale è una delle lesioni più pesanti che una persona possa subire e rappresenta di per sé un danno; infatti, il diritto alla libertà personale è un diritto che l’art. 13 Cost. qualifica inviolabile, specificando che le privazioni della libertà sono consentite solo in casi eccezionali, tassativamente previsti, nel rispetto di regole procedurali rigorose ed entro limiti temporali invalicabili.

Querela, denuncia, esposto, referto: un pò di chiarezza

Spesso i termini "esposto", "querela", "denuncia" vengono utilizzati come sinoinimi. Tecnicamente peraltro indicano atti completamente diversi per struttura e per scopo.

Drogato alla guida? No ad accertamenti espolorativi (Cass. 12197/17)

Per poter sottoporre un conducente ad accertamenti clinici, è necessario (quantomeno) un ragionevole motivo che lasci ritenere uno stato di alterazione psico-fisica per uso di sostanze stupefacenti: dato che non basta una manvora sospetta, è illegittimio l’ordine degli organi di polizia, e quindi il rifiuto non è sanzionabile.

Accesso abusivo a sistema informatico (Cass. 12264/17)

L'accesso abusivo a sistema informatico si configura anche se il delitto previsto dall’art. 615 ter, comma 2, n. 1 cod. pen., sia integrato anche dalla condotta del pubblico ufficiale o dell’incaricato di pubblico servizio che, pur formalmente autorizzato all’accesso ad un sistema informatico o telematico, ponga in essere una condotta che concreti uno sviamento di potere, in quanto mirante al raggiungimento di un fine non istituzionale, e se, quindi, detta condotta, pur in assenza di violazione di specifiche disposizioni regolamentari ed organizzative, possa integrare l’abuso dei poteri o la violazione dei doveri previsti dall’art. 615 ter, comma secondo, n. 1, cod. pen.

Risarcimento ai parenti: non basta essere amici su Facebook (Cass. 11428/17)

Ai congiunti della persona che ha subito lesioni spetta anche il risarcimento del danno morale concretamente accertato, in relazione ad una particolare situazione affettiva intercorrente con la vittima: ciò che rileva non è tnto la convivenza, ma uno "stabile legame tra due persone", connotato da duratura e significativa comunanza di vita e di affetti (non basta essere amici su Facebook).