Archivia: 2014

22 Dec 2014
Informazioni utili

Guida sotto l'effetto di sostanza stupefacente e esame delle urine

Nicola Canestrini

Argomenti correlati: guida sotto effetto di sostanze stupefacenti, reati stradali

“La condotta tipica del reato previsto dall'art. 187, commi primo e secondo, codice della strada non è quella di chi guida dopo aver assunto sostanze stupefacenti, bensì quella di colui...

Leggi di più su 'Guida sotto l'effetto di sostanza stupefacente e esame delle urine'...
18 Dec 2014
Sentenze

Diritto all'oblio, Google, cronaca (Garante, 618/14)

Garante per la protezione dei dati personali

Argomenti correlati: dritto di cronaca, diritto all'oblio, Google, privacy, libera manifestazione del pensiero

Google non è tenuto a cancellare dai risultati di ricerca una notizia se si tratta di un fatto recente e di rilevante interesse pubblico: il diritto all'oblio, infatti, deve essere...

Leggi di più su 'Diritto all'oblio, Google, cronaca (Garante, 618/14)'...
17 Dec 2014
Sentenze

Urine e guida sotto effetto di sostanze stupefacenti (cass. pena., 52420/14)

Cassazione penale

Argomenti correlati: guida sotto effetto di sostanze stupefacenti, reati stradali

Il reato di cui all'art. 187 Cds risulta integrato dalla concorrenza di due elementi, dei quali l'uno obiettivamente rilevabile dalla polizia giudiziaria (lo stato di alterazione), e per il quale...

Leggi di più su 'Urine e guida sotto effetto di sostanze stupefacenti (cass. pena., 52420/14)'...
16 Dec 2014
Informazioni utili

Condanne penali, fedina penale, visura: nozioni introduttive

Nicola Canestrini

Argomenti correlati: condanna, fedina penale, casellario giudiziale, visura, autocertificazione, non menzione

Sempre più spesso il cittadino deve dichiarare, anche sotto forma di autocertificazione, se ha subìto condanne penali: la normativa in materia si presta a qualche equivoco, dato che la fedina...

Leggi di più su 'Condanne penali, fedina penale, visura: nozioni introduttive'...
15 Dec 2014
Sentenze

Uso di gruppo di uno spinello (Cass. 52104/14)

Cassazione penale

Argomenti correlati: stupefacenti, uso di gruppo

Non è punibile il consumo di gruppo di uno spinello perchè lascia presumere un acquisto comune della sostanza stupefacente consumata insieme.

Leggi di più su 'Uso di gruppo di uno spinello (Cass. 52104/14)'...
15 Dec 2014
Sentenze

Leggere mail altrui è reato (Cass. pen., 5207/14)

Cassazione penale

Argomenti correlati: accesso abusivo a sistema informatico, diritto di difesa, violazione della corrispondenza

Il nostro ordinamento non prevede nessun diritto del privato ad accedere alla posta elettronica altrui (nemmeno per difendersi): commette quindi reato chi, approfittando dell'assenza di un collega di studio, entra...

Leggi di più su 'Leggere mail altrui è reato (Cass. pen., 5207/14)'...
11 Dec 2014
Sentenze

Telecamera di sorveglianza e illecito trattamento di dati personali (CGE, C-212713)

Corte di Giustizia UE

Argomenti correlati: privacy, dati personali, videosorveglianza

L’utilizzo di un sistema di videocamera a tutela dell'abitazione familiare per proteggere i beni, la salute e la vita dei proprietari dell’abitazione non costituisce un trattamento dei dati effettuato per...

Leggi di più su 'Telecamera di sorveglianza e illecito trattamento di dati personali (CGE, C-212713)'...
11 Dec 2014
Sentenze

Non è reato non obbedire all'ordine del giudice (Cass., 51668/14)

Cassazione penale

Argomenti correlati: inottemperanza all'ordine del giudice

Non è reato non ottemperare all'ordine del giudice: è quindi legittimo il rifiuto di collaborazione opposto all'esecuzione del provvedimento d'urgenza adottato dal Giudice civile, pur manifestato in forme sgradevoli ed inurbane...

Leggi di più su 'Non è reato non obbedire all'ordine del giudice (Cass., 51668/14)'...
9 Dec 2014
Sentenze

Identificabilità della vittima di diffamazione (Cass., 51096/14)

Cassazione penale

Argomenti correlati: diffamazione, diritto di critica, libera manifestazione del pensiero

L'individuazione della vittima dei reato di diffamazione a mezzo stampa, in mancanza di indicazione specifica e nominativa ovvero di riferimenti inequivoci a fatti e circostanze di notoria conoscenza, attribuibili ad...

Leggi di più su 'Identificabilità della vittima di diffamazione (Cass., 51096/14)'...

Recenti Pubblicazioni

Quantità non esclude uso personale (Cass. 1081/17)

Quantità e dosi ricavabili non bastano per una condanna di detenzione a fini di spaccio.

Condizioni ostative all'estradizione e valutazione politica (Cass. 386/17)

In tema di estradizione processuale convenzionale con il Brasile, il trattato non contempla la valutazione da parte dello Stato richiesto dei gravi indizi di colpevolezza, dovendo comunque verificare l’autorità giudiziaria italiana che nella documentazione trasmessa a sostegno della domanda estradizionale risultino evocate le ragioni per le quali è stato ritenuto probabile, nella prospettiva del sistema processuale dello Stato richiedente, che l’estradando abbia commesso il reato oggetto della domanda.

Estadizione negata verso la Turchia perchè non rispetta i diritti fondamentali (Cass. 54467/16)

Non può esser accolta la richiesta di estradizione della Turchia perchè non è garantito il rispeti dei diritti fondamentali.

Termine a difesa deve essere congruo (Cass. 51567/16)

Il nuovo difensore d'ufficio o di fiducia nei casi di "rinunzia, revoca o incompatibilità" ha diritto ad un termine a difesa congruo, configurandosi altrimenti una nullità a regime intermedio in forza della norma generale posta dall’art. 178, comma 1, lett. c), cod. proc. pen. (in quanto incide sull’assistenza dell’imputato) che dunque va eccepita immediatamente.

Omosessuale non è un offesa (Cass. 50659/16)

E' da escludere che il termine "omosessuale" (a differenza di appellattivi che pur indicando le prefernze sessuali sono denigratori) abbia conservato nel presente contesto storico un significato intrinsecamente offensivo come, forse, poteva ritenersi in un passato nemmeno tanto remoto.

Reformatio in pejus in appello: ancora alle SSUU (Cass., 47015/16)

Nel caso di rformatio in pejus della setneza di primo grado, il giudice di appello debba porre in essere i poteri d’integrazione probatoria e procedere all’assunzione diretta dei dichiaranti per ritenere raggiunta la prova della colpevolezza dell’imputato, in riforma della sentenza appellata?