Archivia: 2012

26 Mar 2012
Sentenze

Diffamazione, diritto di libera manifestazione del pensiero e organizzazioni che si ispirano al regime fascista

Nicola Canestrini

Argomenti correlati: regime fascista, xenofobia, razzismo, nazismo, diritto di critica, diffamazione

Nonostante la fine del regime fascista, sono sopravvissute associazioni e organizzazioni politiche che, come Forza Nuova, si ispirano a questa ideologia e che, come nel caso in esame, pretendono di...

Leggi di più su 'Diffamazione, diritto di libera manifestazione del pensiero e organizzazioni che si ispirano al regime fascista'...
26 Mar 2012
Sentenze

Il diritto al silenzio non pregiudica l'indennizzo per ingiusta detenzione

Nicola Canestrini

Argomenti correlati: diritto a non rispondere, indennizzo, riparazione, ingiusta detenzione

La scelta defensionale di avvalersi della facoltà di non rispondere non può valere ex se per fondare un giudizio positivo di sussistenza della colpa per il rispetto che è dovuto alle strategie...

Leggi di più su 'L'esercizio del diritto a non rispondere non pregiudica l'indenizzo per l'ingiusta detenzione'...
26 Mar 2012
Sentenze

La coltivazione di una pianta non giunta a maturazione non è reato

Nicola Canestrini

Argomenti correlati: cannabis, coltivazione, coltivazione domestica, istigazione, Testo Unico stupefacenti

Giusti i principi espressi dalla Corte Costituzionale (sent. 360/1995) non è punibile la coltivazione di una pianta il cui ciclo non si è completato, non avendo prodotto principi attivi e non essendo...

Leggi di più su 'Coltivazione di marijuana non giunta a maturazione non è reato'...
26 Mar 2012
Sentenze

Reazione legittima alla perquisizione domiciliare ex art. 41 Testo Unico Legge Pubblica Sicurezza

Nicola Canestrini

Argomenti correlati: atto arbitrario, resistenza a pubblico ufficiale, perquisizione domiciliare

La norma d'epoca fascista (Regio Decreto 18 giugno 1931, n. 773, art. 41 Testo Unico Leggi di Pubblica Sicurezza o T.U.L.P.S.) che tuttora autorizza la perquisizione domiciliare da parte delle...

Leggi di più su 'Resistenza a pubblico ufficiale, atto arbitrario, perquisizione domiciliare'...
26 Mar 2012
Sentenze

Accedere agli spazi condominiali mentre si è agli arresti domiciliari integra il reato di evasione?

Nicola Canestrini

In tema di evasione dagli arresti domiciliari, agli effetti dell'art. 385 cod. pen. deve intendersi per abitazione il luogo in cui la persona conduce la propria vita domestica e privata...

Leggi di più su 'Evasione dagli arresti domiciliari'...
26 Mar 2012
Sentenze

Risarcimento del danno, interessi e rivalutazione

Nicola Canestrini

Argomenti correlati: interessi legali, interessi compensativi, codice civile, debito di valore, debito di valuta

In tema di risarcimento del danno da fatto illecito extracontrattuale, se la liquidazione viene effettuata per equivalente, e cioè con riferimento al valore del bene perduto dal danneggiato all'epoca del fatto...

Leggi di più su 'Debito di valore: rivalutazione, interessi e modalità di calcolo'...
26 Mar 2012
Sentenze

Illegittima ogni presunzione in materia di misure cautelari

Nicola Canestrini

Argomenti correlati: adeguatezza, proporzionalità, misura cautelare, Corte Costituzionale

È illegittimo l'articolo 275/3 c.p.p. nella parte in cui non consente un giudizio di proporzionalità della misura cautelare applicata rispetto alle esigenze cautelari del caso concreto, dato che "l'applicazione delle...

Leggi di più su 'Illegittimo ogni automatismo in tema di misure cautelari personali'...
30 Jan 2012
Sentenze

Diffamazione per accostamento di fotografie (Cass. Pen., 3721/12)

Corte di Cassazione

Argomenti correlati: diffamazione, diffamazione a mezzo stampa, diritto di cronaca, libera manifestazione del pensiero

Può costituire reato di diffamazione a mezzo stampa l'accostamento tra la fotografia della parte lesa ed il testo dell'articolo contenente una forte carica diffamatoria. 

Leggi di più su 'Diffamazione per accostamento di fotografie (Cass. Pen., 3721/12)'...

Recenti Pubblicazioni

Apologia di reato tramite Facebook (Cass. 24103/17)

L’attività di proselitismo, fondata su ragioni di carattere etnico o religioso, ben può essere effettuata mediante i canali telematici - tra i quali occorre certamente comprendere il soda network denominato Facebook - attraverso cui si mantengono i contatti tra gli aderenti o i simpatizzanti, mediante la diffusione di documenti e testi apologetici, la programmazione di azioni dimostrative, la raccolta di elargizioni economiche, la segnalazione di persone responsabili di avere operato a favore della causa propagandata.

Furto di bene abbandonato non è reato (Cass. 23093/17)

Non può ritenersi compatibile con il principio di offensività la declaratoria di responsabilità per il reato di furto avente ad oggetto un vecchio cartello di segnaletica stradale arrugginito, ormai sostituito dall'Amministrazione.

Filma di nascosto rapporti sessuali in casa propria: non c'è reato (Cass. pen. 22221/17)

Non commette reato chi filma in casa propria rapporti intimi avvenuti con la convivente.

Clientale rumorosa, responsabile il bar (cass. 22142/17)

Il titolare di un esercizio pubblico ha l’obbligo giuridico di impedire gli schiamazzi o comunque i rumori prodotti, in maniera eccessiva, dalla propria clientela, anche all'esterno del locale (e affiggere un cartello non basta).

Diritto di cronaca richiede controllo delle fonti (Cass. 22202/17)

Per invocare il diritto di cronaca giudiziaria, il giornalista deve esaminare e controllare attentamente la notizia in modo da superare ogni dubbio, non essendo sufficiente in proposito l’affidamento in buona fede sulla fonte informativa

Detenere fumetti pedoporno è reato (Cass.22265/17)

Anche la pedopornografia virtuale, cioè quella realizzata senza impiegare di bambini reali è reato: ciò perchè la nozione legislativa di immagine del minore impegnato in attività sessuali comprende non solo la riproduzione reale dello stesso in una situazione di "fisicità pornografica", ma anche disegni, pitture, e tutto ciò che sia idoneo a dare allo spettatore l’idea che l’oggetto della rappresentazione pornografica sia un minore.