Archivia: 2012

12 Nov 2012
Articoli

I principali reati ributari

Av. Nicola Canestrini

Argomenti correlati: reati tributari

In ambito tributario sanzioni penali possono scaturire sia da comportamenti illeciti come dal superamento di determinate soglie a seguito di errori nella compilazione della dichiarazione dei redditi, o a seguito...

Leggi di più su 'I principali reati ributari'...
13 Oct 2012
Sentenze

Condanna non sempre ostativa alla cittadinanza (TAR Lazio, 9323/12)

TAR Lazio

Argomenti correlati: cittadinanza, estinzione del reato

In caso di diniego di cittadinanza in ragione di una condanna per furto risalente nel tempo, l'Amministrazione deve dare adeguatamente conto delle specifiche scelte effettuate, evidenziando quali motivi inducano a...

Leggi di più su 'Condanna non sempre ostativa alla cittadinanza (TAR Lazio, 9323/12)'...
20 Sep 2012
Sentenze

L'aggravante dell'ingente quantità di cui all'art. 80 TU stupefacenti (Cass. pen., SSUU, n.36258/201

Corte di Cassazione

Argomenti correlati: aggravante, ingente quantità, D.P.R., DPR 309

Ai fini della configurabilità dell'aggravante di cui all'art. 80 DPR 309/1990 (Testo Unico Stupefacenti) secondo un dato statistico non possono di regola definirsi “ingenti” quantitativi di droghe che, in  riferimento alle...

Leggi di più su 'L'aggravante dell'ingente quantità di cui all'art. 80 TU stupefacenti (Cass. pen. SSUU, n.36258/2012)'...
8 Jun 2012
Sentenze

Effetti penali in malam partem per fonti europee (Cass., 22225/10)

Cassazione penale

Argomenti correlati: diritto penale europeo, ricettazione, incauto acquisto

L'obbligo di interpretazione conforme rispetto ad obblighi comunitari non può giungere sino al punto che una direttiva, di per se stessa e indipendentemente da una legge nazionale di trasposizione, crei...

Leggi di più su 'Effetti penali in malam partem per fonti europee (Cass., 22225/10)'...
24 May 2012
Sentenze

L'uso di gruppo di sostanza stupefacente

Nicola Canestrini

L’uso di gruppo di droga conseguente al mandato all’acquisto collettivo, conferito ad uno dei consumatori e nella certezza originaria dell’identità degli altri, non costituisce condotta penalmente rilevante ai sensi dell’art.

Leggi di più su 'L'uso di gruppo di sostanza stupefacente'...
26 Apr 2012
Sentenze

Consumo di sostanza stupefacente, licenziamento, motivazione (Cass. Civ., 6498/12)

Cassazione Civile

Argomenti correlati: sostanza stupefacente, consumo, licenziamento

La detenzione di sostanza stupefacente, per essere fatto irrilevante per il rapporto lavorativo ed attenere alla sfera rigorosamente privata del lavoratore (qui: dipendente di una banca), necessita di motivazione adeguata.

Leggi di più su 'Consumo di sostanza stupefacente, licenziamento, motivazione (Cass. Civ., 6498/12)'...
18 Apr 2012
Sentenze

Accertamento tributario e processo penale (Cass.pen., 14855/12)

Cassazione penale

Argomenti correlati: accertamento tributario, processo penale

E' da escludere l'incidenza del giudicato tributarlo nel parallelo processo penale sia perchè diversi sono gli strumenti probatori e di difesa sia perchè il principio del "libero convincimento" del giudice...

Leggi di più su 'Accertamento tributario e processo penale (Cass.pen., 14855/12)'...
26 Mar 2012
Articoli

L'accesso abusivo a sistema informatico (art. 615 ter c.p.). Le misure di sicurezza

Nicola Canestrini

Argomenti correlati: accesso abusivo, sistema informatico, misure di sicurezza

Le informazioni di ogni sito vengono memorizzate su documenti chiamati pagine web ed inserite in computer chiamati web server.

Leggi di più su 'Accesso abusivo a sistema informatico. Le misure di sicurezza (art. 615 ter c.p.)'...
26 Mar 2012
Articoli

Diritto di resistenza e fatti di incitamento all'odio razziale

Nicola Canestrini

Argomenti correlati: diritto processuale penale, estradizione

Avvertenza: Si tratta di una memoria difensiva (opportunamente modificata per necessità di rispetto delle regole deontologiche) dd. 17 giugno 2010 agli atti del procedimento penale 2085/10 R.G.G.I.P.

Leggi di più su 'Il diritto di resistenza rispetto a fatti di incitamento dell'odio razziale'...

Recenti Pubblicazioni

Ricognizione fotografica inattendibile anche se proviene dalla polizia giudiziaria (Cass. 17747/17)

Il riconoscimento fotografico operato dagli agenti di polizia non gode di uno statuto probatorio privilegiato, ma è compito del giudice valutarne la attendibilità.

Cronaca giudiziaria e titoli ad effetto (Cass. 15587/17)

In tema di cronaca giudiziaria relativa alla fase delle indagini preliminari, grava sul giornalista il dovere - proprio in ragione della fluidità ed incertezza ontologica del contenuto delle investigazioni - di raccontare i fatti senza enfasi od indebite anticipazioni di colpevolezza, non essendogli consentite aprioristiche scelte di campo o sbilanciamenti di sorta a favore dell’ipotesi accusatoria, capaci di ingenerare nel fruitore della notizia facili suggestioni, in spregio del principio costituzionale di presunzione di innocenza dell’imputato e a fortiori dell’indagato sino a sentenza definitiva.

Arresti domiciliari: andare nel piazzale condominiale è evasione (Cass. 15496/17)

 

Pubblicizzare un procedimento penale altrui è reato (Cass. 15221/17)

Affiggere alla bacheca condominiale la notizia di un procedimento penale pendente è trattamento illecito di dati personali (dati giudiziari).

Sentimento religioso, spettacolo blasfemo e libertà dell'arte (Cass. 7468/179)

La Costituzione riconosce la libertà dell'arte e della scienza, dovendo, perciò ritenersi pienamente consentite le manifestazioni artistiche e scientifiche, che possono svolgersi senza dover subire condizionamenti o indirizzi di sorta: è escluso che l'organizzazione di uno spettacolo artistico (asseritamene blasfemo) possa, di per sé sola, costituire violazione del personale sentimento religioso di un singolo cittadino.

Ammissione ex lege al patrocino a spese dello stato per vittime di violenza di genere (Cass. 13497/17)

La vittima dei reati di maltrattamenti in famiglia, mutilazione di organi genitali femminili, violenza sessuale, atti sessuali con minorenne, violenza sessuale di gruppo e atti persecutori (stalking) è ammessa ex lege al patrocnio a spese dello stato, senza necessità di verifica del reddito: il giudice ha infatti il dovere di accogliere la domanda di fruizione del beneficio, posto che la finalità della norma in questione appare essere quella di assicurare alle vittime di quei reati un accesso alla giustizia favorito dalla gratuità dell’assistenza legale