Archivia: 2010

31 Dec 2010
Articoli

Libertà di informazione nella CEDU

Samuele Campestrin

Argomenti correlati: libertà di espressione, CEDU, libera manifestazione del pensiero

Tesi specialistica sulla tutela della libertà d’informazione assume nel sistema della CEDU,  caratteristiche, soggetti destinatari delle garanzie contenute nell'art.

Leggi di più su 'Libertà di informazione nella CEDU'...
10 Nov 2010
Sentenze

Rapporto cliente ed avvocato e equo processo (Sakhnovskiy Case, Grand Chamber, 2010)

Grand Chamber

Argomenti correlati: CEDU, processo equo, fair trial, Sakhnovskiy, rapporto cliente avvocato

An accused's right to communicate with his lawyer without the risk of being overheard by a third party is one of the basic requirements of a fair trial in a...

Leggi di più su 'Rapporto cliente ed avvocato e equo processo (Sakhnovskiy Case, Grand Chamber, 2010)'...
28 Oct 2010
Sentenze

Dare del razzista ad un fascista non è reato (Cass. pen. sentenza 4938/2010)

Corte di Cassazione

Argomenti correlati: forza nuova, fascisti, diritto di cronaca, diffamazione, libera manifestazione del pensiero

Nella dimensione dimensione storica, qualifiche di xenofobia, razzismo, violenza ed antisemitismo sono intimamente connaturati e strutturalmente coessenziali alla ideologia nazista e fascista: dare dunque del razzista ad un fascista non...

Leggi di più su 'Dare del razzista ad un fascista non è reato (Cass. pen. sentenza 4938/2010)'...
8 Jul 2010
Sentenze

No all'estradizione verso Turchia: non rispetta i diritti umani (Cass. 32685/10)

Cassazione penale

Argomenti correlati: estradizione, turchia

L'art. 698, primo comma, c.p.p. sancisce che "Non può essere concessa l'estradizione [..] quando vi è ragione di ritenere che l'imputato o il condannato verrà sottoposto [..] a pene o...

Leggi di più su 'No all'estradizione verso Turchia: non rispetta i diritti umani (Cass. 32685/10)'...
5 Jul 2010
Sentenze

Illegittima l'aggravante della clandestinità (Corte cost., sentenza 249/2010)

Nicola Canestrini

Argomenti correlati: Clandestinità, Pacchetto sicurezza, immigrazione

Il principio costituzionale di eguaglianza in generale non tollera discriminazioni fra la posizione del cittadino e quella dello straniero.

Leggi di più su 'Illegittima l'aggravante della clandestinità'...
14 May 2010
Sentenze

Cittadinanza, serve la riabilitazione (Tar Brescia, 1731/10)

Tar Brescia

Argomenti correlati: cittadinanza, riabilitazion, estinzione del reato

La estinzione di "ogni effetto penale" ex. art. 445/2 c.p.p. non equivale alla riabilitazione e quindi non rimuove la causa ostativa alla concessione della cittadinanza.

Leggi di più su 'Cittadinanza, serve la riabilitazione (Tar Brescia, 1731/10)'...
25 Jan 2010
Sentenze

Effetti in malam partem di atti comunitari (Corte cost, 28/2010)

Corte Costituzionale

Argomenti correlati: diritto penale europeo

No a effetti in mala partem di una fonte sovranazionale: l’efficacia diretta di una direttiva è ammessa – secondo la giurisprudenza comunitaria e italiana – solo se dalla stessa derivi...

Leggi di più su 'Effetti in malam partem di atti comunitari (Corte cost, 28/2010)'...

Recenti Pubblicazioni

Alcoltest corretto a mano: tutto regolare (Cass. 8060/17)

Alcoltest e correzioni a mano: le correzioni apportate a mano sugli scontrini, se valutate dal giudice, sono una mera irregolarità che non mette di per sè in dubbio la funzionalità dell’apparecchio o la riferibilità degli stessi al guidatore.

Investe senza colpa pedone sulle strisce (Cass. 4551/17)

In caso di investimento di pedone la responsabilità del conducente è esclusa quando risulti provato che l'automobilista non aveva alcuna possibilità di prevenire l’evento, situazione questa ricorrente allorché il pedone tenga una condotta imprevedibile ed anormale, sicché l’automobilista si trovi nell’oggettiva impossibilità di avvistarlo e comunque di osservarne tempestivamente i movimenti.

Elezione di domicilio comporta conoscenza del processo (Cass. 8460/17)

L'elezione di domicilio presso il difensore di ufficio con la disciplina dell'asssenza fonda una presunzione di conoscenza del processo, che legittima il giudice a concludere il processo anche con una sentenza di condanna idonea a passare in giudicato; nei limiti previsti dall’art. 625 ter, c.p.p., è onere del condananto di provare che il difetto di informazione non dipenda da una causa allo stesso imputato ascrivibile a titolo di colpa (imputato alloglotta che aveva eletto domicilio presso il difensorei di ufficio).

Borsa dell'avvocato è intoccabile .. o quasi (Cass. 8031/17)

La borsa professionale dell'avvocato costituisce una sorta di "proiezione spaziale" di un ufficio legale, con la conseguenza che devono osservarsi, nel sottoporla a perquisizione, le garanzie previste dall’art. 103 c.p.p. per i locali degli uffici dei difensori (essenzialmente apprestate in funzione di garanzia del diritto di difesa dell’imputato); dette garanzie non operano peraltro quando lo stesso difensore perquisito è indagato.

Phishing e responsabilità della banca (Cass. 2950/17)

In caso di truffa telematica – cosiddetto Phishing – ai danni di un correntista, spetta alla banca dimostrare di aver fatto tutto il possibile, secondo il criterio della diligenza professionale, per scongiurare la frode servendosi di un sistema informatico adeguato ai rischi (Bancoposta).

Negata estradizione esecutiva verso la Turchia di un curdo (CA Roma, 2/2016 estr.)

Non può esser accolta la richiesta di estradizione della Turchia di un condannato di etnia curda perchè non è garantito il rispetto dei diritti fondamentali.